Immobil Services di Massimo Civiletti: Cefalù
 
Localita'
 
 
 


Cefalù

 

 Pittoresca cittadina a circa 70 km da Palermo adagiata sulla costa tirrenica della Sicilia, Cefalù deve il suo nome ai greci che la nominarono "Kefaloidion" o "Kephaloidios", per il tipico aspetto a forma di "testa" del promontorio roccioso che la sovrasta.

Sulla sua fondazione si sa molto poco, probabilmente risale al periodo greco o punico, ma la tesi più consolidata é quella che ci fosse un centro indigeno risalente al V sec. a.C. che avesse la supremazia economica della città. 

Cefalù fu nominata da Diodoro Siculo nel 396 a.C., sappiamo anche che fu conquistata da Agatocle di Siracusa nel 307 a.C. e che, presa con l' inganno dai romani nel 254 a.C. divenne provincia di Sicilia.

Tra i monumenti più importanti di Cefalù dobbiamo in primis  menzionare il Duomo (1131), situato nell' omonima piazza. La leggenda vuole che fosse stato costruito in seguito ad un voto che fece Ruggero II al Salvatore quando, scampato ad una tempesta, approdò con la sua nave proprio a Cefalù.

La facciata della cattedrale risulta imponente a prima vista perché sopraelevata rispetto alla piazza, le due torri campanarie terminano con due cuspidi piramidali e rappresentano il potere temporale e quello spirituale. L' elegante portale che si trova al di sotto del portico è opera di Ambrogio da Como e risale al 1471.

Degno di nota, è il lavatoio medievale che trovate in via Vittorio Emanele, nel cuore del centro storico. La scalinata che conduce ad esso è in pietra lavica. Il lavatoio si presenta suddiviso in una serie di vasche che si riempiono grazie a 22 bocche di ghisa. Le acque che vi scorrono, sono quelle del fiume Cefalino, proveniente dalla Madonie. Grazie alle sue acque gelide, il lavatoio veniva usato come luogo per far partorire le donne.

Altri monumenti e luoghi interesse: Chiesa del Purgatorio, Osterio Magno, Piazza Duomo, Via Bordonaro, Museo Mandralisca, Convento di San Domenico e Chiesa della SS. Trinità, Molo vecchio, Lungomare, Teatro Cicero.